Detersivi fai da te

· Come ottenere vantaggi per l'ambiente e risparmio economico in pochi minuti ·

Ci sono alcune cose che fanno parte della nostra normale quotidianità ma che personalmente non ho mai trovato davvero normali, trovo anzi che siano piuttosto assurde e la cosa mi dà fastidio.
Per dirne una, gli oggetti che compriamo hanno una vita sempre più breve, oramai sono progettati per non durare: le lavatrici delle nostre nonne duravano 40 anni, quelle delle nostre mamme sui 15, oggi dopo i 24 mesi di garanzia inizi a tremare perché entro i 5 anni sai già che una mattina ti troverai con il bagno allagato e che la dovrai cambiare. Tra ricambi e manodopera si va a spendere quasi più che per la lavatrice nuova, quindi che fai, non la cambi? Ovviamente sì, e la storia ricomincia…
Questa obsolescenza programmata (oggetti più o meno tecnologici che sono letteralmente progettati per rompersi dopo un periodo calcolato di tempo, dopo il quale il prodotto è comunque considerato obsoleto) è alla base dello sviluppo dell’economia del consumismo e ci ha portato nell’era dell’usa e getta, acerrima nemica dell’ambiente. Secondo alcuni, la decrescita potrebbe essere l’unica via di salvezza per il nostro pianeta. Io credo fermamente che un piccolo ritorno alle origini per alcune cose potrebbe davvero portarci alla sostenibilità del progresso, arrivando addirittura a rimodellare, pian piano, il nostro rapporto con la natura.
Un esempio per tutti? Gli imballaggi. La maggior parte di essi passano direttamente dalla borsa della spesa al cestino della spazzatura (ok, al bidoncino della differenziata, ma tant’è…) Sicuramente il riciclaggio è essenziale, ma che ne direste se vi proponessi di diminuire l’acquisto di prodotti imballati? Proviamo a prevenire la produzione dei rifiuti, quando possibile: iniziate a comprare prodotti sfusi. Andate a ricaricare la bottiglia del detersivo per i panni nei negozietti che lo vendono alla spina (io lo faccio spesso).

Oppure, come sto provando a fare io di recente, iniziamo a produrre i detersivi in casa!

 

Come fare i detersivi in casa

Produrre detersivi fai da te presenta innegabili vantaggi per l’ambiente (non solo riguardo il materiale di imballo, che sia flacone o bottiglia, ma anche per quanto riguarda tensioattivi e altre sostanze nocive che vengono invariabilmente immesse nell’ambiente), oltre che un po’ di risparmio economico per noi, il tutto a fronte di pochi minuti ben spesi qua e là. Io direi che ne vale la pena, e voi?

Nota: online troverete un sacco di articoli che suggeriscono di usare l’aceto come ammorbidente, contro il calcare, ecc. la verità è che sì, l’aceto funziona, ma non è per niente così ecologico come potreste pensare, in quanto è molto nocivo per la fauna acquatica, nonché aggressivo sulle superfici metalliche. Ragion per cui, non troverete suggerimenti per l’utilizzo dell’aceto, tra le mie proposte, ma bensì un’alternativa più ecologica, l’acido citrico che oltre ad essere meno inquinante dell’aceto è pure molto più efficace.

Detersivo per i piatti

  • Lavare i piatti a mano
    3 limoni + 400 ml di acqua + 200 g di sale + 100 ml di aceto bianco
    Eliminate i semini dai limoni, quindi frullate i limoni interi insieme al sale. Mettete la purea ottenuta in una pentola con acqua e aceto e fate bollire per 20 minuti.
    Tip: comprate un dispenser per sapone a schiuma, vi assicuro che riuscirete a dosare molto meglio il sapone per i piatti e vi durerà molto di più!
  • Pastiglie per la lavastoviglie
    500 g di bicarbonato di sodio + 50 g di sapone di Marsiglia + 1/1,5 l di acqua demineralizzata (+ 25 gocce di olio essenziale di limone, opzionale)
    Grattugiate il sapone di Marsiglia con una grattugia a fori larghi, unitelo al bicarbonato, quindi aggiungete piano l’acqua. Frullate tutto con un minipimer, aggiungendo altra acqua se necessario (dovete ottenere una pastella molto densa), quindi versate la pastella negli stampi per il ghiaccio e lasciate indurire.
  • Brillantante
    150 g di acido citrico + 1 l di acqua demineralizzata (+ 20-30 gocce di olio essenziale a piacere)
    Si usa come un normale brillantante: versatelo nella vaschetta apposita fino al dosaggio massimo, quindi richiudete il coperchio.

Detersivo per i panni

Online si trovano soprattutto soluzioni a base di sapone di Marsiglia, solitamente sciolto e unito al bicarbonato. La verità è che così facendo se l’acqua di casa vostra è molto dura (calcarea) a lungo andare i vostri panni tenderanno a ingrigire e infine prenderanno anche un cattivo odore. Come ovviare a quasto problema? Semplicemente aggiungendo anche del citrato di sodio alla vostra miscela, che andrà a contrastare questo fenomeno spiacevole.
Ecco quindi la ricetta che vi propongo io per fare del detersivo liquido per lavatrice biodegradabile ed efficace.

  • Detersivo per lavatrice
    200 g di sapone di Marsiglia + 2 l di acqua + 0,5 l di acqua demineralizzata + 20 g di bicarbonato di sodio (+ 30 ml di citrato di sodio da aggiungere direttamente nel cestello a ogni lavaggio)
    Grattugiate il sapone di Marsiglia con una grattugia a fori larghi, scioglietelo con l’acqua calda, quindi aggiungete il bicarbonato, aggiungete l’acqua demineralizzata e mescolate bene.
  • Ammorbidente
    150 g di acido citrico + 1 l di acqua demineralizzata (+ 20-30 gocce di olio essenziale a piacere)
    Usatene 100-150 ml, a seconda di quanto è dura l’acqua di casa vostra, nella normale vaschetta dell’ammorbidente.
  • Sbiancante per capi bianchi
    1 cucchiaio di percarbonato da aggiungere al detersivo nella vaschetta apposita
    1 cucchiaio diluito con 1 cucchiaio di acqua tiepida per pretrattare macchie ostinate (lasciate agire per almeno 10 minuti prima di procedere al normale lavaggio).
  • Smacchiante per tutti i capi
    1 cucchiaino di detersivo per i piatti + 1 cucchiaino di acqua ossigenata
    Mettete il detersivo sulla macchia, poi aggiungete l’acqua ossigenata, lasciate agire per almeno 5 minuti, quindi spazzolate prima di procedere al normale lavaggio).

Pulire le superfici

  • Sgrassatore
    1 l di acqua distillata + 1 cucchiaio di detersivo per i piatti + 1 cucchiaio di alcol alimentare + 10 gocce di Tea Tree oili
  • Detergente per i vetri
    1 l di acqua + 100 ml di alcol + 100 ml di aceto
  • Anticalcare
    150 g di acido citrico + 1 l di acqua demineralizzata (+ 20-30 gocce di olio essenziale a piacere)
    Versate poche gocce su un panno umido e pulite normalmente, quindi risciacquate. Non utilizzate su marmo, pietre e legno.

Detersivo per i pavimenti

3 l di acqua + 50 g di sapone di Marsiglia + 5 cucchiai di alcol (+ 5 cucchiai di aceto per i pavimenti in ceramica oppure 1 cucchiaio di bicarbonato per i pavimenti in marmo)

 

Detersivi ecologici

Se proprio vi sentite troppo pigri per dedicarvi alla produzione di detersivi fatti in casa ma volete comunque dare una mano all’ambiente, cercate almeno di acquistare detersivi ecologici, magari in eco-dosi: sono sicuramente più costosi di quelli autoprodotti (e spesso anche di quelli normali), ma sono di certo più eco-friendly dei normali detergenti industriali!

Ricordate: la devastante crisi ambientale che stiamo vivendo ci porterà rapidamente alla fine del nostro amato pianeta. Siamo quasi al punto di non ritorno, ma siamo ancora in tempo per aprire gli occhi e prendere coscienza del fatto che il fantastico sviluppo tecnologico degli ultimi 2 secoli ci ha portati sull’orlo di un baratro dal quale è ancora possibile tirarci indietro, mettere un punto all’esaurimento delle risorse ambientali e al degrado planetario… Per il momento, però, è ancora possibile agire: facciamolo!

 

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS