Ragù di lenticchie

· Una versione vegan per preparare un saporito ragù ·

Il ragù di lenticchie è un’alternativa vegetariana (anzi, per dirla tutta, vegana) a uno dei condimenti più amati dagli italiani. Naturalmente si tratta di un piatto a sé, che nulla vuole togliere alla poesia di un buon ragù napoletano o bolognese… Ma è comunque molto buono e si presta alla preparazione di piatti deliziosi, dal più semplice dei piatti di pasta a una vera e propria lasagna, oppure, perché no, potete servirlo semplicemente con del buon pane, fresco o tostato 😉

Ingredienti

(x 4 persone)
300 g di lenticchie secche piccole
2 carote grandi
1 cipolla
1 gambo di sedano
4 cucchiai di olio evo
20 g di concentrato di pomodoro
1 foglia di alloro, origano, rosmarino, basilico
600 g di passata di pomodoro
500 ml di brodo vegetale o acqua
sale

Procedimento

Sciacquate le lenticchie sotto acqua corrente, scolatele e ponetele da parte.
Tritate carote, cipolla e sedano, fateli dorare brevemente in una pentola con l’olio a fuoco lento.
Quando la cipolla diventa trasparente unite il concentrato, le lenticchie e l’alloro intero ed altri eventuali aromi.
Fate insaporire per qualche minuto, quindi unite anche la passata, il sale ed il brodo caldo.
Fate sobbollire a fuoco a fuoco basso per almeno 1 ora (meglio ancora 2 ore), girando di tanto in tanto e controllando che non asciughi troppo (in caso, aggiungete altra acqua): dovrà risultare corposo, non troppo liquido.
Infine eliminate l’alloro e usate il ragù per condire la pasta, farcire dei cannelloni o preparare della lasagne.
Per renderlo ancora più cremoso vi consiglio di dare qualche leggera frullata con il minipimer, senza esagerare.

Consigli

Naturalmente potete variare gli aromi a seconda dei vostri gusti o di cosa avete in casa al momento. Ad esempio, potete usare aglio o scalogno al posto della cipolla, o magari aggiungere rosmarino per dare un aroma più intenso, o bacche di ginepro, per dire… Potete anche osare un po’ di più e farne una versione un po’ orientaleggiante, con curry, curcuma e cumino 😉

Conservazione

Potete conservare il ragù di lenticchie in frigorifero (naturalmente ben confezionato) fino a 3-4 giorni.
In alternativa potete congelarlo (una volta ben freddo e dopo averlo porzionato in contenitori chiusi e dotati di etichetta con data e contenuto) e conservarlo fino a 3-4 mesi.

Valori nutrizionali

(per 1 porzione)
kcal 377
carbo 49
grassi 11
pro 20,5

Ragù di lenticchie

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS