Ricotta e pere light

· La versione più leggera di uno dei miei dolci preferiti in assoluto ·

La ricotta e pere light non è altro se non la versione più leggera della mia torta preferita. Il procedimento è lo stesso e gli ingredienti sono molto simili. Ho preferito però un formato monoporzione, in modo che possiate prepararle, congelarle e tirarle fuori quando vi va una colazione più golosa o un dolcetto light.
PS: sì, lo so, la quota dei grassi può sembrare un pochino alta, ma considerate che vengono quasi tutti dalle nocciole, quindi sono grassi buoni, non abbiate paura di assumere acidi grassi monoinsaturi o polinsaturi 😉

Ingredienti

(per 6/8 tortine: dipende da quando grandi le volete se fate delle monoporzioni)

per le pere caramellate
350 g di pere abate
20 g di succo di limone
30 g di acqua
40 g di eritritolo

per le basi (massa giapponese)
200 g di albumi
200 g di farina di nocciole
dolcificante a piacere (gocce, stevia, eritritolo, ecc.)
1 pizzico di sale

per la crema di ricotta
300 g di ricotta light
300 g Philadelphia Active
dolcificante a piacere
le pere caramellate
100 g di gocce di cioccolato (opzionale) (nella ricetta originale non ci sono, ma a me piacciono e ce le metto)
zucchero a velo per decorare (opzionale)

Procedimento

Innanzitutto preparate le pere caramellate light: pelate le pere e tagliatele a fette, quindi mettete gli ingredienti in una pentola, coprite con coperchio e fate cuocere a fiamma bassa finché le pere non risulteranno belle morbide (senza però arrivare a sfarsi).
Lasciate raffreddare completamente.

Preparate quindi la massa giapponese light: montate gli albumi con il sale a neve ferma, poi incorporate delicatamente la farina di nocciole e il dolcificante scelto, mescolando delicatamente, con un movimento dal basso verso l’alto.
Coprite la placca del forno con carta forno, quindi create con il composto 16 dischetti uguali tra loro. Se non avete intenzione di fare le mono porzioni potete fare due dischi grandi in modo da realizzare una classica torta ricotta e pere.
Cuocete per circa 40 minuti in forno statico preriscaldato a 140°C, quindi sfornate e lasciate raffreddare.

Passate poi alla crema di ricotta light: setacciate la ricotta, quindi unite il formaggio e il dolcificante e mescolate bene (con una spatola o con le fruste).
Tagliate le pere caramellate a dadini e incorporatele insieme con le gocce di cioccolato.

Infine, assemblate la torta ricotta e pere light: liberate i dischi di massa giapponese dalla carta forno (se volete tortine più regolari, prendete un coppapasta più o meno delle dimensioni dei dischi e sagomate tutti i dischi).
Per ogni tortina, procedete così: mettete il primo disco sul fondo di uno stampo a cerniera, ricoprite con la crema di ricotta, cercando di stenderla in maniera uniforme, in modo da non lasciare vuoti nel mezzo e chiudete con il secondo disco di massa giapponese.
Infine conservate in frigo per almeno 6 ore e poi servite.

Consigli

Potete preparare le pere caramellate e anche le basi il giorno prima, conservandole a temperatura ambiente. Non essendoci panna montata come nella versione classica, potete anticiparvi anche la crema, conservandola in frigo.
In alternativa potete anche fare una torta unica, usando uno stampo da 22 cm come nella ricetta classica.

Conservazione

Come già anticipato, potete congelare le mini tortine di ricotta e pere light e conservarle così per 1-2 mesi. In alternativa, potete conservarle in frigo per 3-4 giorni.

Valori nutrizionali

(per 1 tortina su 8)
kcal 308
carbo 17
grassi 20
pro 15

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS