Riso pilaf

· Profumato e aromatico, è il perfetto accompagnamento per piatti a base di carne o pesce ·

Il riso pilaf è un piatto base tipico di tutta la cucina mediorientale, ma specificamente di origine turca. Anche se la ricetta tradizionale prevede di tostare il riso nel burro, io di solito uso l’olio di oliva, semplicemente perché non è mia abitudine tenere burro in casa. Sempre secondo la tradizione, la cottura andrebbe effettuata in forno, in una pirofila chiusa con coperchio. Io però preferisco cuocere il mio riso pilaf sul fornello (sempre con coperchio ben chiuso, certo). Quello che faccio a modino secondo la tradizione è usare il riso basmati, sciacquandolo bene prima della cottura per eliminare l’amido, e aromatizzare con cannella e chiodi di garofano. Se avrete sciacquato bene il riso prima e starete attenti a chiudere bene il coperchio e non aprirlo fino a fine cottura (esatto: diversamente dal risotto il riso pilaf non si mescola mai!), otterrete alla fine un piatto di riso dai chicchi perfettamente sgranati.
Io ho assaggiato questo piatto, usato solitamente come contorno per piatti a base di carne o pesce, durante i miei viaggi, e da allora lo ripropongo spesso a casa.

 

Riso pilaf

Ingredienti

(per 2 persone)
1 tazza di riso basmati (circa 200 g)
2 tazze di brodo vegetale (circa 400 ml)
1/2 cipolla
2 cucchiai di olio evo
1 pezzetto di cannella (1 cucchiaino di cannella in polvere)
3 chiodi di garofano
sale

Procedimento

Innanzitutto sciacquate con cura il riso sotto acqua corrente, in modo che scarichi tutto l’amido.
Tritate finemente la cipolla e fatela appassire in una casseruola con l’olio (o eventualmente con un filo d’acqua  se preferite cucinare senza olio): deve diventare trasparente, senza dorarsi.
Aggiungete anche le spezie e fatele tostare per un paio di minuti.
Infine aggiungete il riso, fatelo tostare insieme al resto, quindi coprite con il brodo caldo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa 15 minuti a fuoco medio-basso.
Passati i 15 minuti il brodo dovrebbe esser stato assorbito completamente: eliminate le spezie (se le avete usate intere), sgranate il riso con una forchetta, aggiustate di sale e servite.

Consigli

Per la perfetta riuscita della ricetta, il coperchio deve tenere molto bene e la proporzione tra acqua e riso deve necessariamente essere di 2:1, ma non dovete considerare il peso, bensì il volume.

 

Conservazione

La ricetta è molto facile e veloce: potete conservarla in frigo per 1 giorno, o massimo 2, ma se vi dovesse avanzare vi suggerisco piuttosto di riciclare il riso per preparare delle crocchette.

 

Valori nutrizionali

(per 1 porzione)
kcal 465
carbo 80
grassi 13
pro 7

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS